lunedì 7 maggio 2012

Resoconto della festa in via Massarenti


Dopo aver incrociato anche le dita dei piedi, il tempo è stato clemente. Ho montato e smontato il gazebo sotto l'acqua che, se avessi aspettato quei dieci minuti in più a montarlo e dieci in meno a smontarlo, non avrei sfiorato una goccia! A parte qualche raffica di vento che ha sparso qua e là gli orecchini, direi che è filato tutto liscio. Un sole un po' stanco ci ha anche accompagnati per un'ora.


Non sono riuscita a vedere la festa se non dalla mia postazione. Ero tutta indaffarata a finire di cucire le spille sugli insetti e a preparare le cose da portare al Vanitas. Però, da dov'ero io, la gente sembrava abbastanza divertita.


Non mi sono mai sentita tanto soddisfatta del mio lavoro. Le persone si avvicinavano curiose e facevano un sacco di domande. Ho fatto un bel po' di chiacchere con le vecchiette, sull'uso dell'uncinetto in gioventù. E altrettante chiacchere con tutti i bimbi del quartiere, con le mamme che dicevano loro di non toccare nulla e poi si spupazzavano ogni oggettino sul banco!
Sul mio banco i bimbi possono toccare quello che vogliono, purchè col dovuto rispetto :) Lo dico sempre. I bimbi sono i miei preferiti: sono onesti e mi dicono subito se una cosa gli piace oppure no. E se piace a loro, io sono contenta e stimolata a migliorare.


Purtroppo lo spazio che avevo a disposizione era poco e ho dovuto tenere nascosti gran parte degli accessori. Sembravo quasi una spacciatrice! "Scusa, ce li hai dei bracciali all'uncinetto per caso?" - "si, vieni, sono dentro a questa scatola sotto al banco". E sotto ad armeggiare come un pusher!

 (le pochette di Cicia's Kawaii Shop)

Ho diviso il mio banco con Cicia's Kawaii Shop, una mia amica che cuce borse e borselli davvero molto carini. Ci siamo tenute compagnia tutto il giorno, dividendoci vento, cibo e chiacchere.
L'unica pecca del giorno: ero sotto vento alla grigliata di carne che stavano cucinando davanti alla trattoria vicina. Ogni tanto andavo dietro al gazebo a trattenere i conati di vomito.

Alla fine della giornata posso dire di essermi divertita, nonostante il tempo incerto.
Tornata a casa, puzzavo come una braciola alla griglia!

2 commenti: